Menu
Codice appalti
A+ A A-

frattura

Un incarico prestigioso e importante quello affidato a Bruxelles al Presidente della Regione Paolo di Laura Frattura; ai suoi impegni di Governatore del Molise, Frattura dovrà aggiungere in agenda anche quelli da Presidente del Gruppo interregionale Adriatico-Ionico del Comitato delle Regioni. Quest’ultimo è un organo dell'Unione Europea composto dai rappresentanti degli Stati membri e offre la possibilità agli eletti di discutere sulle normative dell’Unione che riguardano, nello specifico,  le regioni e le città. Dunque un’azione partecipata e diretta per garantire il più possibile che la posizione e le esigenze degli enti regionali vengano rispettate. “Una grande opportunità per il nostro Molise – ha dichiarato Frattura – che assume un ruolo-chiave nello scenario internazionale”. Il governatore del Molise succede al greco Apostolos Katsifaras e, all’indomani della nomina, ha chiarito anche quale sarà l’impegno principale in programma, ovvero l’attuazione della Eusair. La Commissione Europea ha infatti pianificato una nuova strategia rivolta precisamente alla regione adriatica e ionica e contempla varie attività sulla comunicazione oltre ad un piano d'azione per aiutare i 70 milioni di cittadini che abitano questa zona. Il metodo scelto è molto chiaro: cercare di  trarre vantaggio da una più stretta collaborazione fra alcuni settori produttivi,  come l'economia marittima, la protezione dell'ambiente marino, il completamento dei collegamenti nel settore trasporti, ma anche  energia e turismo sostenibile. “Il Gruppo interregionale dialoga direttamente con la Commissione europea, il Parlamento europeo e i Governi per la predisposizione dei programmi, dei pareri e dei piani operativi dei territori coinvolti” – ha sottolineato Frattura che, concludendo, ha reso gli omaggi di rito: “Ringrazio tutti i componenti del Comitato delle Regioni, membri del Gruppo interregionale, per la fiducia accordatami: in questa elezione riconosciamo l’attestato che premia il lavoro svolto sui diversi tavoli e con diversi ruoli dalla Regione Molise negli ultimi 10 anni ed è la dimostrazione di come anche una piccola Regione può ritagliarsi un importante spazio nello scenario internazionale”. Il Presidente ha poi voluto condividere le dichiarazioni rilasciate in occasione dell’apertura dei lavori, giunta immediatamente dopo la nomina: “Convoglieremo tutte le nostre energie affinché le azioni di coordinamento tra Istituzioni europee, nazionali e locali si trasformino in proposte tangibili, innovative e sostenibili per lo sviluppo dell’area in questione. Lo faremo seguendo le indicazioni già tracciate da chi mi ha preceduto in questo incarico, cui va il nostro riconoscimento per l’impegno profuso